Caltabellotta, castelli, torri e fortificazioni nel comune - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

Caltabellotta

Una scalinata conduce dal belvedere all’eremo di San Pellegrino, da lassù l’occhio si perde in un panorama sconfinato, senza pari.
Forse edificata sui resti della leggendaria Camico del re Cocalo, Caltabellotta, l’antica Triocala romana e la Kalat al-Bellut degli Arabi, ha più di una meraviglia medievale da offrire. Ad esempio l’antico quartiere Terra Vecchia, in perfetto stile arabo, e ciò che resta dell’imponente castello normanno in cui trovarono rifugio la regina Sibilla e il figlio Guglielmo III, edificio in cui si tennero, nel 1271, le feste per il conte di Fiandra, Guy de Dampierre, reduce crociato. Una scalinata conduce dal belvedere all’eremo di San Pellegrino, di fondazione normanna ma ampliato nel Settecento. È ancora possibile visitare la grotta che forse fu dimora del santo. Imperdibile la Chiesa Madre, costruita per volere di Ruggero il normanno nel 1090 come ringraziamento a San Giorgio per avergli fatto vincere una dura battaglia contro i Saraceni. Particolare l’ubicazione del tempio, marginale rispetto al paese, quasi a conferma della leggenda che vuole l’edificio sorto proprio sul campo di battaglia. Ancora, la Chiesa del San Salvatore, di fondazione normanna, ma più volte rimaneggiata, e la Chiesa di Sant’Agostino con il suo bell’impianto trecentesco.

Informazioni e accoglienza turistica
Per ricevere maggiori informazioni turistiche per visitare il Comune la sua storia i monumenti da visitare, riserve naturali e spiagge, visite guidate, orari di apertura, biglietti d'ingresso, numeri utili per il turista, strumenti per programmare una vacanza, cosa fare, dove mangiare, dove dormire. offerte di soggiorno e pacchetti di viaggio da parte di alberghi e operatori turistici locali.
Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Torna ai contenuti | Torna al menu