Cassaro, le manifestazioni, feste, sagre ed eventi - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

Feste e sagre Sicilia > feste Siracusa e provincia
Feste e sagre Cassaro
Feste e sagre nel Comune di Cassaro

La festa del Santo Patrono, le sagre ed altri eventi, per chi ama scoprire il territorio, attraverso percorsi enogastronomici, girovagando per la storia del comune, sono appuntamenti da non perdere, per rivivere la storia e le usanze del passato.
Pasqua a Cassaro
24 - 31 marzo - Cassaro
La manifestazione ha inizio con la "Fratellanza" cioè la processione delle due confraternite di S.Sebastiano e S.Antonio, ossia degli "Incappucciati, che si ritrovano nella chiesa del Convento per assistere alla lavanda dei piedi. In serata avviene la visita ai "Sepulcri" fino a tarda notte. Il Venerdì Santo "A Scisa a Cruci" con la processione dell'Addolorata, il Sabato Santo la ricerca dell' Addolorata, per le vie cittadine, del figlio scomparso avviene alle ore 20.00 e alle ore 23.00 nella chiesa di S.Sebastiano avviene la "Risuscita". La Domenica di Resurrezione all'alba l'Addolorata ricerca il figlio... Ricerca che si completa alle ore 12.00 con lo spettacolare "N'CONTRU" tra lo sparo di mortaretti e lancio di volantini. In serata conclude la manifestazione la spettacolo dei fuochi pirotecnici.

Pasqua a Cassaro 17 aprile / 24 aprile
Riti della Santa Pasqua a Cassaro, Culto, Tradizione e Fede. 
Festa di Sant'Antonio Abate a Cassaro 17 gennaio Cassaro

Annuali festeggiamenti in onore di Sant'Antonio Abate il 17 gennaio a Cassaro, appuntamento religioso ricco di fede e di folklore. La festa estiva viene celebrata anche l'ultima domenica di luglio, ogni tre anni.
La festa di Sant'Antonio è particolarmente sentita, in quanto protettore degli animali e del fuoco. Momento particolarmente atteso è il «Cialibru», vendita all’asta dei doni che i fedeli offrono al santo. Grande coinvolgimento da parte dei cassaresi nel donare a Sant’Antonio Abate conigli, galletti, maialini, agnelli, arance, vino, olio, noci e quant’altro la terra produce. Momenti di grande suggestione sono la "Benedizione degli animali", rito legato alla cultura contadina, e la «ciaccarata», la corsa di fiaccole che si svolge durante la processione del santo lungo le vie del paese.
Il Giorno 17 gennaio alle ore 05.00 sparo di ventuno colpi a cannone danno inizio alla festa solenne. Alle ore14,00 "U CIALIBRU", alle 16,30 Benedizione degli animali, al termine giro del paese del “Gruppo Tamburi di Cassaro”. Alle 18,30 Santa Messa solenne, a seguire “Uscita” trionfale di Sant’Antonio Abate portato a spalla per le vie del paese dai giovani, accompagnati dalla tradizionale "CIACCARIATA". A seguire tradizionale vendita dei doni "Cialibru". Alle 21,30 spettacolo pirotecnico.
LA FESTA ESTIVA
Si celebra ogni tre anni, l'ultima domenica di luglio. I momenti salienti sono caratterizzati dalla "Nisciuta" delle ore 12.00, quando il Santo si affaccia dal portone principale e viene accolto dal lancio di volantini e "nzaiareddi" (fascette di carta colorata). Viene poi condotto in processione fino alla Chiesa Madre dove sosta fino alla sera. Alle 20.30 si snoda una seconda processione cittadina per riaccompagnare il Santo nella propria Chiesa.

Festa di San Sebastiano a Cassaro Ultima domenica di Luglio
I festeggiamenti si svolgono ogni tre anni, l'ultima domenica di luglio

Festa di San Sebastiano a Cassaro Ultima domenica di Luglio - Cassaro
Città di Cassaro, Solenni festeggiamenti in onore di San Sebastiano Bimartire, Protrttore di Cassaro (Sr). Una tradizione millenaria. Una festa di segni e temi religiosi, insieme antiche e nuone tradizioni. I festeggiamenti si svolgono ogni tre anni, l'ultima domenica di luglio, poiché a Cassaro vi sono tre Protettori la cui festa è fatta appunto a turno. L'uscita come, in altre città della provincia, avviene a mezzogiorno con il lancio dei "Nzareddi" sulla Vara montata su carro. La festa come da tradizione si conclude a sera al rientro della processione con uno spettacolo di fuochi pirotecnici. to.Interessante è notare come la devozione al Santo avendo antiche origini ha portato anche alla costruzione di diverse chiese che nel tempo hanno subito modifiche o sono state distrutte da eventi calamitosi. La prima chiesa risale al XV secolo ma col crescere della popolazione ne fu costruita un' altra più grande. Iniziata nel 1609 , questa seconda chiesa fu terminata nel 1655 e fu distrutta nel terribile terremoto del 1693 . Sul finire dello stesso secolo si diede in inizio alla costruzione di una terza chiesa ma questa volta con im¬pianto basilicale. La costruzione di questa chiesa, che è l'attuale, fu molto complessa e laboriosa. La monumentale facciata si deve a l'architetto Mario Diamante coadiuvato dai maestri Milito, Buscema e altri. La chiesa fu terminata nel 1782.

Penultima domenica di luglio - Tradizionale “Entrata” nella settimana della festa
Ore 18.00 -Sparo di mortaretti e giro per le vie di Cassaro del Corpo bandistico - Ore 18.30 - Chiesa di San Sebastiano: Vespri e Santa Messa festiva
Ultimo mercoledì di luglio
La Parola e la Testimonianza
Ore 19.00 - Svelata, l’ostensione del venerato simulacro. Vespri con omelia, inizio del triduo in onore di San Sebastiano. A seguito uscita della statuetta di "Sanmastianeddu de Carusi" accompagnata dal “ Gruppo tamburi di Cassaro”.
Ultimo sabato di luglio
Ore 16.00 - Questua per la festa, sparo di mortaretti e sfilata per le vie del paese del Corpo bandistico “ G. Pappalardo” diretto dal maestro Sebastiano Pappalardo
Ore 18.00 - Giro delle Bande Musicali
Ore 19.00 - Traslazione Solenne: il clero e il popolo accompagnati dalle bande musicali trasleranno la reliquia di Sant’Antonio Abate alla chiesa di San Sebastiano, per le vie P. Gaetani, P.za Matrice, Reg. Margherita e San Sebastiano, in segno di omaggio e comunione dei santi.
Ultima domenica di luglio - Solennità di San Sebastiano
Ore 5.00 - Lo sparo di 21 colpi a cannone e il suono delle campane annunciano il giorno di festa e l’Uscita di Sanmastianeddu.
Ore 8.30 - Canto Solenne delle Lodi mattutine e benedizione delle “ Cuddure” offerte dai devoti a San Sebastiano.
Sfilata per le vie cittadine del Corpo bandistico
Ore 9.30 - Arrivo dei “nudi” accompagnati dai devoti provenienti dai paesi limitrofi.
Ore 10.30 - Santa Messa Solenne con canti eseguiti dal Coro parrocchiale
Ore 12.00 - Tradizionale “Nisciuta” del venerato simulacro di San Sebastiano con lancio di 'nzaiareddi, sparo di mortaretti, scampanio festoso e marce trionfali eseguite dalle bande. A seguire processione per le vie del paese.
Ore 20.30 - Processione serale del Simulacro di San Sebastiano accompagnato dai Fedeli, dalle Autorità Religiose, Civili e Militari
Ore 22.00 - Rientro del simulacro in chiesa e benedizione con la reliquia.
Ore 22.30 - Spettacolo musicale in Piazza Matrice
Ore 24.00 - Chiusura dei festeggiamenti con imponente spettacolo pirotecnico
Ottava- Prima domenica di agosto ore 19.00 - Messa Solenne e “Velata” del Simulacro di San Sebastiano.

Informazioni e accoglienza turistica
Informazioni turistiche Città e Paesi, cosa vedere, siti di interesse, monumenti e molto altro nella pagina dedicata al Comune.
Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Torna ai contenuti | Torna al menu