feste e sagre sciacca - Sicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

feste e sagre sciacca

Feste e sagre Sicilia > feste Agrigento e provincia
Feste e sagre Sciacca
Feste e sagre nel Comune di Sciacca

La festa del Santo Patrono, le sagre ed altri eventi, per chi ama scoprire il territorio, attraverso percorsi enogastronomici, girovagando per la storia del comune, sono appuntamenti da non perdere, per rivivere la storia e le usanze del passato.

Sciacca Festa della Madonna del Soccorso 02 febbraio

La Madonna del Soccorso è un'immagine mariana conservata nel Duomo di Sciacca; è la patrona e si festeggia il 2 Febbraio e il 15 Agosto. Le viene attribuito il miracolo di aver fatto cessare la peste che incombeva sul paese. Un evento eccezionale accompagnò la processione del 2 Febbraio del 1626. Durante la festa la statua della Madonna del Soccorso, viene portata in processione per le vie del centro. La statua, che è opera degli scultori carraresi Mancino e Birrittario e risale al 1503, viene poi ricondotta nel Duomo che la ospita permanentemente.
il 1° febbraio il tradizionale voto dei saccensi che partono in processione dalla Chiesa di S. Agostino fino ad arrivare ai piedi della Santa nella Basilica a lei dedicata. Il 2 Febbraio alle ore 17.00 la processione per le vie della città del simulacro che si conclude con la santa messa in basilica.
Festeggiamenti del mese di Agosto.
L'ultimo sabato di luglio alle ore otto del mattino nella Chiesa Madre, la statua della Madonna del Soccorso viene collocata nel presbiterio. Sono i marinai a svolgere questo compito, secondo un'antichissima tradizione. Con questo gesto di affetto verso la Madre di Dio, i fedeli di Sciacca daranno inizio ai festeggiamenti in onore della loro Patrona. Il 1º agosto ha inizio la quindicina di preparazione, con celebrazioni al mattino e alla sera e con varie iniiziative di evangelizzazione e di devozione che raggiungeranno il culmine nella processione del 15. agosto.


Feste e sagre a Sciacca

Festa della Madonna del Soccorso a Sciacca 02 febbraio - Sciacca
 
La Madonna del Soccorso è un'immagine mariana conservata nel Duomo di Sciacca; è la patrona e si festeggia il 2 febbraio e il 15 agosto. Le viene attribuito il miracolo di aver fatto cessare la peste che incombeva sul paese. Un evento eccezionale accompagnò la processione del 2 Febbraio del 1626, infatti, la processione giunta nella zona della "Maestranza Piccola", l'attuale Via Licata, vide materializzarsi un fulmine dal limpido e sereno cielo, e all'improvviso si vide levare dalla base della Madonna una nuvola di fumo. In quel preciso istante tutti i saccensi furono guariti dalla peste. In memoria di quel prodigio, da quella data, ogni primo di febbraio i saccensi rinnovano il voto, pronunciato quel giorno, di compiere il pellegrinaggio, e l'indomani portano in processione il simulacro marmoreo della Madonna, eletta patrona della citta. Un centinaio di marinai, scalzi, portano a spalla la vara pesante alcune tonnellate. La stessa processione è ripetuta il giorno di ferragosto.
Il giorno precedente alla ricorrenza è per i devoti occasione di penitenza, si digiuna e si svolge anche una processione a piedi scalzi. Il giorno dopo invece, un corteo si dirige fino al luogo del miracolo, dove viene bruciato l'incenso. Durante la festa la statua della Madonna del Soccorso, viene portata in processione per le vie del centro. Un gruppo di pescatori che ha fatto voto, ha l'onore di portare sulle proprie spalle la pesante struttura che reca la statua della Madonnina, correndo a tratti per le strade e tra la folla, durante il percorso che inizia dal Duomo e procede sino a varcare Porta Palermo. La statua, che è opera degli scultori carraresi Mancino e Birrittario e risale al 1503, viene poi ricondotta nel Duomo che la ospita permanentemente. Il tradizionale programma in onore della patrona vede il 1° febbraio il tradizionale voto dei saccensi che partono in processione dalla Chiesa di S. Agostino fino ad arrivare ai piedi della Santa nella Basilica a lei dedicata. Il 2 Febbraio alle ore 17.00 la processione per le vie della città del simulacro che si conclude con la santa messa in basilica.


Feste e sagre Sciacca

Carnevale di Sciacca
febbraio - Sciacca (AG)

Il Carnevale di Sciacca è fra le manifestazioni più conosciute che vengono allestite nel comune in occasione del carnevale. A parlare per primo di esso fu, nel 1889, Giuseppe Pitrè che ne fece cenno nella sua opera Biblioteca delle tradizioni popolari siciliane.  Ma le origini del carnevale di Sciacca, località della provincia di Agrigento, risalgono ad un periodo molto più antico, forse all'epoca romana, quando venivano festeggiati i saturnali ed il loro re veniva sacrificato; o meglio, con più probabilità, al 1616 quando il vicerè Ossuna stabilì che l'ultimo giorno di festa tutti si dovevano vestire in maschera.  
Le sfilate si effettuano nei giorni di sabato (primo tragitto), domenica, lunedi e martedi (secondo tragitto) della settimata antecedente l'inizio della Quaresima. Attualmente il Carnevale inizia il giovedì grasso con la consegna simbolica delle chiavi della città al re del Carnevale Peppe Nappa, personaggio adattato dai saccensi come maschera locale che apre e chiude la festa. Termina il Martedì grasso quando il Carro di Peppe Nappa viene bruciato in piazza. La partenza del corteo dei carri, con intesta il carro di Peppe Nappa, avviene dalla Piazza Friscia. Da quel momento il carro di Peppe Nappa inizia a distribuire vino e salsicce preparate sulla brace per tutta la durata del carnevale. Per le strade del centro storico, intanto, è un susseguirsi di carri, preceduti da gruppi folcloristici che si esibiscono in balli e canti, che successivamente ripeteranno l'esibizione fatta in strada sul grande palcoscenico allestito per l'occasione. Il contributo portato dall'Istituto d'arte di Sciacca al carnevale locale per testi, musiche, balletti, modelli, raffigurazioni, movimenti e coreografie ha consentito che questi potesse competere con successo a livello nazionale e mondiale con molte altre rassegna analoghe.

“Museo del Carnevale” di Sciacca -  Contrada Perriera.
Il museo contiene resti di opere in cartapesta, carrelloni di tutte le misure ed importanti strutture in ferro.
www.sciaccarnevale.it  - www.ilcarnevaledisciacca.com

Feste e sagre Sciacca
Informazioni e accoglienza turistica a Sciacca
Per ricevere maggiori informazioni turistiche per visitare il Comune la sua storia i monumenti da visitare, riserve naturali e spiagge, visite guidate, orari di apertura, biglietti d'ingresso, numeri utili per il turista, strumenti per programmare una vacanza, cosa fare, dove mangiare, dove dormire. offerte di soggiorno e pacchetti di viaggio da parte di alberghi e operatori turistici locali.
Torna ai contenuti | Torna al menu