francavilla di sicilia, guida turistica del Comune - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

francavilla di sicilia, guida turistica del Comune

Guida turistica Francavilla di Sicilia

Il Comune di Francavilla di Sicilia è situato al centro della Valle dell'Alcantara, a nord dell'Etna, sulla riva sinistra del fiume Alcantara. Il suo territorio è solcato dal fiume San Paolo e dal torrente Zavianni, ambedue affluenti dell'Alcantara.

Francavilla medievale sorge tra il 1000 ed 1100. I primi dati storici non sono legati alla figura di San Cremete, un eremita che, durante la dominazione araba, viveva sulla piattaforma rocciosa nella zona chiamata Placa (o "A Badiazza") e che si trova nei pressi del bivio Novara

In cima alla collina, a 500 metri s.l.m., ammiriamo i ruderi del Castello Feudale edificato nel 1275, la Chiesa di San Paolo risalente al XV secolo (oggi accorpata a quella di San Giovanni). La piazzeta è ornata da un'artistica fontana denominata fontana di San Paolo-costruita nel 1674 per volere testamentario del visconte Jacopo Ruffo. La fontana, che appartiene alla scuola del Cagini, è costituita da una statua in marmo bianco raffigurante una fanciulla 


Fontana Vena edificata nel 1400 e conosciuta come "fontana dei 18 schicci" o fontana delle 18 cannelle.


Il Patrimonio Architettonico

Convento dei Frati Cappucini (fiore all'occhiello di Francavilla), edificato nel 1570 per volere del visconte don Antonio Balsamo, attraverso le elemosine raccolte tra il popolo, e grazie alla generosità del visconte Jacopo Ruffo

la Chiesetta di S. Rocco, aperta solo il 16 agosto in occasione della festa del Santo. In cima al paese, sovrastante il nobiliare Palazzo Majorca Pecoraro

la Chiesa della Matrice o di Maria SS. Assunta costruita nel XVI sec. (aperta solo il venerdì mattina). L'interno presenta una sola navata; sull'altare maggiore si ammira il tabernacolo in marmo, opera della scuola del Gagini. Nella cappella destra vi è un Crocifisso di legno brunito

www.parrocchia.francavilladisicilia.info


Palazzo Cagnone

ex convento dei Carmelitani e la CHIESA della Madonna del Carmelo

CHIESA Santissima Annunziata, costruita nel 1550 presenta due torrioni adibiti a campanili, con il suo interno a tre navate, un coro ligneo ed un tabernacolo marmoreo. La planimetria è quella di una pianta basilicale a croce latina costituita da una navata centrale e da due laterali, dal transetto e dal presbiterio. Le navate laterali sono delimitate da due file di colonne, ciascuna sormontata da un capitello dorico. Nelle navate laterali sono appoggiati gli altari decorati a stucchi con quadri e statue di legno. Nel transetto a sinistra è collocato l'altare con Sant'Euplio e in quello a destra l'altare in marmo con la statua della Patrona Santa Barbara

CHIESA San Paolo

CHIESA Madonna del Carmelo

CHIESA Matrice, al suo terno un tabernacolo marmoreo Gaginiano ed una statua lignea.

Fontana San Paolo

Fontana Vena o fontana dei diciotto schicci

piazza San Francesco e palazzo Cagnone

Ruderi del Castello, si narra che da questo castello Franca era innamorata di un cavaliere conosciuto alle gole dell'alcantara, Franca di nascosto al padre, metteva ogni sera una candela, fin tanto che il cavaliere la rapì e la porto via.

ponte dei Cappuccini o di Santa Maria delle preci

fontana in piazza Matteotti con tre figure che rappresentano i fiumi Alcantara San Paolo e Zavianni

Fontana Piazza della Liberta

Le riserve presenti nel Comune :

bosco di Malabotta


Francavilla di Sicilia informazioni turistiche sul patrimonio architettonico
Informazioni e accoglienza turistica a Francavilla di Sicilia

Comuni confinanti
Antillo, Castiglione di Sicilia (CT), Fondachelli-Fantina, Malvagna, Montalbano Elicona, Motta Camastra, Novara di Sicilia, Tripi

Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Torna ai contenuti | Torna al menu