Cammini francescani in Sicilia - Itinerari in Sicilia

Vai ai contenuti

Cammini francescani in Sicilia

Itinerari arte e fede
Cammini Francescani in Sicilia

Cammini Francescani in Sicilia

Cammini Francescani in Sicilia, le origini sono decisamente antiche e andavano a collegare alcuni conventi tra di loro. Altri percorsi invece ripercorrono splendide “trazzere” (via che attraversa i campi in Sicilia) che ho appreso nel mentre ero in Sicilia sono a volte di antichissime origini. Nell’insieme quindi il fascino di questi luoghi e il loro splendore, è una certezza.
Il progetto dei Cammini Francescani in Sicilia ha come progetto nuove formule di turismo rivolto ai camminatori, verso zone di minor passaggio ma non meno caratteristiche che verrebbero così valorizzate.
L’iniziativa intende raccogliere sotto il marchio dei Cammini Francescani anche una serie di servizi e di strutture capaci di accogliere camminatori e pellegrini.


Itinerario i cammini francescani in Sicilia

Itinerario i cammini francescani in Sicilia, Nove Comuni tra Val di Mazara, Val Demone e Val di Noto, percorsi di fede e conventi francescani.

Le realtà conventuali francescane interessate dai "Cammini" sono quelle dell'ordine dei:

  • Frati Minori di Alcamo, per ammirare il delizioso chiostro, l’imponente portale della Chiesa di S. Maria di Gesù e scoprire emozionanti capolavori cinquecenteschi inaspettati; L’ufficio parrocchiale è aperto tutti i giorni, tranne il martedì e la domenica, ore 10:00 – 12:00.
    Per la visita del complesso conventuale contattare, almeno 24 ore prima, l’Associazione Archeoclub d’Italia Calatub Onlus (tel. 328.9093231, email calatub.archeo@libero.it, in collaborazione con l’Associazione Beato Arcangelo da Calatafimi.

  • Sant Antonio Abate a Gangi, un luogo solitario, ma contemporaneamente costruito in uno dei Borghi medievali più belli d’Italia; per l’alloggio e il vitto è necessario contattare l’Associazione AllegraMente al numero (+39) 3331476972.

  • Santa Maria di Gesù a Chiaramonte Gulfi , per ammirarne l’antico chiostro e uno struggente Cristo seicentesco ma anche per scoprire strepitose creazioni artigianali prodotte dai frati francescani; Chiesa: ore 10:00 – 13:00 / 16:00 – 18:00. Per la visita del complesso conventuale contattare, almeno 24 ore prima, l’Associazione Pro Loco di Chiaramonte Gulfi (tel. 335.8325498 / 338.5048476, email proloco.chiaramonte@tiscali.it).

  • Santa Maria del Gesù ad Ispica, per conoscere uno dei principali monumenti storici della città e un centro di spiritualità ininterrotta dal XVI sec. ad oggi;  per ammirare, come da una terrazza, la pianura digradante verso il mare Mediterraneo e l’ingresso di Cava d’Ispica. Ore 9:30 – 12:00 / 16:00 – 19:00.
    Per la visita del complesso conventuale contattare, almeno 24 ore prima, l’Associazione Cava d’Ispica (tel. 339.2188251, email segreteria@cavadispica.org. per l’alloggio e il vitto è necessario concordare i dettagli contattando il (+39) 0932.951020.

  • Frati Minori Cappuccini di Nicosia, il Convento di Nicosia vanta una storia antica, fondato dai padri Cappuccini intorno al 1500, Tutti i giorni, ore 10:00 – 12:00 / 16:00 – 17:00. Per la visita del complesso conventuale contattare, almeno 24 ore prima, l’Associazione “Ecomuseo Petra D’Asgotto” (tel. 339.4986986, email pinalagiusa@tiscali.it.

  • Frati cappuccini di Savoca, visitare il Convento dei Cappuccini di Savoca per concedersi la possibilità di un ambiente di pace, ritrovando se stessi e ritrovandosi con gli altri, in uno spirito di fraternità francescana.
    Da non perdere la cripta sottostante la Chiesa del convento contenente corpi mummificati del XVIII e XIX sec,  gli affreschi XVII sec. e l’antico refettorio. 1 Novembre – 31 Marzo:  da venerdì a domenica, ore 09:30 – 17:00.
    1 Aprile – 31 Ottobre:  da lunedì a domenica, ore 09:30 – 19:30.
    Per la visita del complesso conventuale contattare, almeno 24 ore prima, l’Associazione San Damiano (tel. 380.6948408 / 338.5481223, email info@conventocappuccinisavoca.com).

  • Santuario Maria SS. del Giubino a Calatafimi, Il Santuario, risalente al 1495 circa, mantenuto da sapiente opera conservativa, si erge su di un colle dirimpetto le antiche rovine di Segesta; A partire dalla seconda domenica di luglio fino alla terza domenica di settembre il Santuario rimane aperto tutti i giorni orientativamente dalle ore 09:00 alle ore 20:00. Per la visita del complesso conventuale contattare, almeno 24 ore prima, il Comitato Madonna di Giubino (tel. 0924.950115, 347.8071539, email madonnadigiubino@yahoo.com).

  • Oltre ai comuni, sede dei conventi, i percorsi coinvolgono anche i territori di Modica, Mistretta, Monterosso Almo, Ragusa, Taormina, Letojanni e Sant'Alessio.

info@camminifrancescanisicilia.it
Cosa fare e vedere nel Comune e nei dintorni
Cosa fare e vedere nel Comune o nel Paese e nei dintorni, la Sicilia con la sue molteplici sfaccetature, che vanno dai parchi naturali ad una salita sull'Etna, alle città d'arte, il barocco siciliano, la tradizione enogastronomica, i siti del patrimonio culturale dell'Unesco, i tipici musei le pinacoteche, le cantine vinicole, i trenta e più porti turistici, passando per le isole minori.
La regione offre svariate ed infinite possibilità di una vacanza indimenticabile, scegliete l'alloggio che soddisfi vostre aspettative e godetei la visita.
Alcuni di questi luoghi sono situati in località meno turistiche ed affollate, ma non per questo meno affascianti, maggiori info turistiche su pro loco.
Per una migliore visita puoi rivolgerti alle tante guide turistiche o ciceroni che per professione accompagna gruppi e comitive nelle visite di opere d'arte, musei, gallerie, scavi archeologici e paesaggi rilevanti dai punti di vista storico, artistico e naturale.

Torna ai contenuti