I comuni che ospitano le statue del Gagini - Itinerari in Sicilia

Vai ai contenuti

I comuni che ospitano le statue del Gagini

Itinerario del sacro
Paesi con sculture del Gagini

Nella seconda metà del XV sec., la scultura viene completamente rinnovata grazie a vari artisti italiani, tra cui Francesco Laurana e Domenico Gagini. Il ritardo dell'evoluzione artistica in Sicilia al resto d'Italia è dovuto principalmente al dominio Aragonese perchè i sovrani spagnoli sono infatti poco inclini allo sviluppo nell'isola di nuove tendenze artistiche.

Antonello Gagini, nato a Palermo nel 1478 figlio di Domenico Gagini, viene considerato come il maggiore scultore Siciliano. E' a Messina che riceve commissioni di Madonne con Bambino. Il maggiore apporto alla sua formazione gli viene fornito da Laurana Francesco e meno dal padre, perchè muore che lui era tredicenne. Il suo schema di Madonna anzichè rifarsi a quello del padre si rifà allo scultore Laurana. Quasi tutte le sue opere hanno una connotazione plastica con ritmi curvilinei ed da una forma equilibrata che lo contraddistingue da quelle realizzate nella sua bottega, le sue opere sono molto gradie dai fedeli, perchè con la dolcezza di quelle statue, riusciva a soddisfare la religiosità popolare. Anche egli come il padre ha realizzato in Sicilia numerose opere di grande rilievo soprattutto a Palermo.

La statua è una scultura che rappresenta una o più persone.  La definizione di una statua non è sempre chiara, in molti casi, come una Madonna con Bambino o una Pietà o una scultura di due persone .  Una piccola statua, di solito abbastanza piccola per essere ritratti, è chiamata statuetta o figurina .
Molte statue sono costruite su commissione per commemorare un evento storico, o la vita di una persona influente.  Molte statue sono intese come arte pubblica , esposta all'aperto o in edifici pubblici per l'edificazione dei passanti.

Immagini della Madonna e la Madonna col Bambino sono pittorica o scultorea rappresentazioni di Maria, Madre di Gesù , da solo, o più spesso, con il bambino Gesù Queste immagini sono fondamentali icone della Chiesa cattolica e ortodossa cristianesimo
Un tipo di Madonna rappresenta Maria da solo (senza che il bambino Gesù), e in piedi, in genere glorificato e con un gesto della preghiera, della benedizione o profezia,   immagini in piedi tutta lunghezza della Madonna più frequentemente comprendono il bambino Gesù, che si volge verso lo spettatore o alza la mano in benedizione,   La Madonna in trono è di un tipo di immagine che risale al bizantino periodo e viene utilizzato ampiamente in età medievale e rinascimentale. Queste rappresentazioni della Madonna col Bambino assumono spesso la forma delle pale d'altare di grandi dimensioni,  

Questi sono i Paesi in ordine alfabetico , dove potete trovare le opere scultoree della famiglia Gagini.
La famiglia di origini ticinesi, Domenico Gagini si forma a Firenze presso il Brunelleschi, prima di risiedere in sicilia dal 1463. Domina la scena della Sicilia fino alla sua morte a Palermo nel 1492. In Sicilia la sua personalità artistica è ormai formata e spesso appare limitata dalla routine di un lavoro redditizio e da una bottega piena di aiuti. Lo scultore si era organizzato con una sorta di lavorazione in serie, dove permetteva ai committenti la possibilità di scegliere tra le statue presenti impegnandosi di rifinirle personalmente. Questo causa una certa staticità nelle sue opere. Anche se è sempre in grado di realizzare notevoli complessi scultorei dove appare la sua manualità.


Calatabiano


Capizzi


Castel di Lucio

Castroreale


Cerami

Ficarra


Francavilla di Sicilia


Frazzanò


Galati Mamertino


Giardini Naxos


Gioiosa Marea


Gualtieri sicaminò


Librizzi


Linguaglossa


Longi


Mirto


Mistretta


Montagnareale


Montalbano Elicona


Motta Camastra


Motta d' Affermo


Naso


Patti


Pettineo


Raccuia


Roccella Val Demone


Rodì Milici


San Fratello


San Giorgio

San Marco d'Alunzio


San Piero Patti


San Salvatore di Fitalia


Sant' Angelo di Brolo


Santa Lucia del Mela


Santo Stefano di Camastra


Sinagra


Tortorici


Tusa


Ucria





I comuni della Sicilia sono 390, distribuiti nelle 9 province regionali. Tra mare, monti, architettura barocca, teatri antichi, borghi, miniere di zolfo vulcani attivi, qui vi raccontiamo le città ed i comuni della Sicilia.
Ogni comune ha una storia che affonda le radici in tempi lontani, con un patrimonio artistico, culturale e paesaggistico che è tra i più ricchi d'Italia.
Torna ai contenuti