Le miniere di sale in Sicilia - Itinerari in Sicilia

Vai ai contenuti

Le miniere di sale in Sicilia

A spasso sotto sale nella miniera di Raffo a Petralia Soprana
A spasso sotto sale nella miniera di Raffo a Petralia Soprana

E' possibile girare, tra statue e blocchi di salgemma in una miniera riconvertita ad arte. A Raffo, frazione di Petralia Soprana, infatti, è possibile visitare il Museo d’Arte Contemporanea Sotto Sale.
La passeggiata sotto sale viene proposta dall'Anas, Associazione nazionale di azione sociale di Collesano.
Brevi indicazioni per l’uso, i gruppi, per singola entrata, non devono superare le 30 unità.
Il museo, all’interno della suggestiva miniera gestita dall’Italkali, è curato dall’associazione SottoSale e racchiude le sculture di salgemma uscite dalla Biennale internazionale di scultura di salgemma nel corso della quale artisti di fama internazionale giungono a Raffo, scelgono dalla locale miniera i blocchi di sale da lavorare e scolpire per i vicoli di Petralia Soprana, uno dei borghi più belli d’Italia, per poi ricollocarli nuovamente nel ventre della terra.
Quella del salgemma è un’eccezionalità geologica del territorio madonita che richiede, per via della sua materia irregolare nella cristallizzazione, un approccio diverso da quello con cui si affrontano materiali compatti e non trasparenti come il marmo o la pietra.
Raffo (il cui nome è legato dalla storia anche al sindacalista, Epifanio Li Puma, ucciso dalla mafia e inserito nel capitolo dei “caduti e martiri” per le rivendicazioni contadine delle terre) è un piccolo borgo dove la lentezza dei ritmi quotidiani esalta la fascinazione per una gita fuori porta tra natura, arte e buon cibo.
La passeggiata targata Anas, terminata la visita al museo, si snoderà verso il centro abitato di Petralia Soprana, per proseguire, attorno alle 13, verso Bivio Madonnuzza per aderire o altre informazioni una mail all’indirizzo anascollesano@libero.it.
Per altre info si può chiamare il 320 8233570 o visitare la pagina Fb
https://www.facebook.com/Anas-Collesano-195015697610786/?fref=ts
A Realmonte all'interno di una cava di salgemma è stata scavata una chiesa unica al mondo Sicilia, la cattedrale dentro la miniera di sale
A Realmonte all'interno di una cava di salgemma è stata scavata una chiesa unica al mondo Sicilia, la cattedrale dentro la miniera di sale

A pochi chilometri da Agrigento e dalla spettacolare Scala dei Turchi, a Realmonte (contrada Scavuzzo) si trova un giacimento di salgemma che si sviluppa fino a 600 metri sotto la collina. Una vera e propria miniera di sale di origine mesozoica (oltre 100 milioni di anni fa), che Italkali sfrutta da oltre 40 anni e immette sul mercato con il noto marchio Sale di Sicilia.
Questo giacimento non è solo un importante sito di estrazione del salgemma: è anche un luogo di culto unico al mondo, seppure poco noto. Scavata nel sale nel 2000 dagli stessi minatori a una profondità di 60 metri sotto il livello del mare, infatti, qui si trova una chiesa ipogea nota come “cattedrale del sale”. Le pareti sono di halite purissima (halite è il nome scientifico del salgemma), che sfumano dal bianco al grigio chiaro. Tutti gli elementi architettonici e d’arredo, dal battistero all’altare, così come il crocifisso e la statua di Santa Barbara, protettrice dei minatori, sono interamente ed esclusivamente di salgemma.
All’interno della miniera di salgemma di Realmonte si possono ammirare delle particolarità geologiche che la rendono unica nel suo genere, a circa 75 mt di profondità si trova il “Rosone”, una serie di cerchi concentrici di salgemma ed altri sali colorati che offre uno spettacolo di esplosività naturale mozzafiato.
La Cattedrale del Sale è un esempio di arte unica al mondo, ricca di opere e capolavori come i bassorilievi scolpiti nelle pareti di sale che rappresentano Santa Barbara, la Sacra Famiglia e Gesù crocifisso. Troviamo inoltre due acquasantiere realizzate da unici blocchi di sale, una cattedra vescovile, la mensa e l’ambone, una croce ed un cero pasquale.
Ogni anno il 4 dicembre, festa di S. Barbara, la cattedrale ospita una messa riservata ai minatori del sale e alle loro famiglie. Un luogo di culto intimo e privato, quindi, ma visitabile su prenotazione una volta al mese (per info, tel. 0922.816244; italkali.com).



I comuni della Sicilia sono 390, distribuiti nelle 9 province regionali. Tra mare, monti, architettura barocca, teatri antichi, borghi, miniere di zolfo vulcani attivi, qui vi raccontiamo le città ed i comuni della Sicilia.
Ogni comune ha una storia che affonda le radici in tempi lontani, con un patrimonio artistico, culturale e paesaggistico che è tra i più ricchi d'Italia.
La Pro Loco è un’associazione costituita da volontari i quali si attivano per la promozione e la valorizzazione del proprio territorio e del proprio comune.

Le Guide turistiche della Regione Sicilia, possono organizzare un programma su misura delle vostre esigenze compatibile con i vostri tempi.
Musei in Sicilia, sono presenti in tutte le città come nei piccoli paesi, i musei etnoantropologici, i musei in genere, ci permettono di viaggiare con la memoria per i più grandi e con la fantasia chi è meno grande, facendo notare a tutti che l'industrializzazione ha cancellato le diversità regionali e l'unico modo è quello di realizzare dei centri, che raccolgono frammenti di storia.

Isole di Sicilia, per isole di Sicilia si intende l'insieme degli arcipelaghi e delle isole minori che, insieme con l'isola di Sicilia, costituiscono il territorio della Regione Siciliana, nell'Italia insulare. Compresa l'isola di Sicilia, vi sono 19 isole abitate.
I principali gruppi di isole del grande arcipelago della Sicilia sono le Eolie, le Egadi e le Pelagie; le isole dello Stagnone.
Ustica e Pantelleria, nel mar Tirreno e nel canale di Sicilia, formano due distinti comuni delle province di Palermo e Trapani.

Unesco in Sicilia, alcuni siti hanno avuto il titolo di patrimonio dell'umanità dall'UNESCO per la loro importanza storica, artistica, archeologica e naturalistica, altri sono in fase di candidatura.

La Sicilia, tenuto conto delle sue condizioni climatiche, temperatura mite, terre collinose, leggera brezza di mare e sole acceso, manifesta quelle qualità che risultano essere ideali per la crescita della vite e la rendono l'isola del vino.

Numerose sono le Case vinicole che si sono poste ai vertici del mercato vinicolo nazionale tra le quali per citarne qualcuna, Florio, Vini Corvo, Pellegrino, Planeta, Firriato, Tasca d'Almerita, Cusumano e Fazio wines.

I parchi naturali regionali siciliani sono cinque in ordine di istituzione: il Parco dell'Etna (Catania), delle Madonie (Palermo), quello dei Nebrodi (Catania, Enna e Messina), il Parco Fluviale dell'Alcantara (Messina e Catania) ed il Parco dei Sicani (Agrigento e Palermo), offrono una  protezione per l' ecosistema, per la valorizzazione turistica, sportiva e didattica delle aree montane.

La Sicilia è una tra le regioni italiane più ricche dal punto di vista storico, artistico e architettonico, in queste pagine possiamo scoprire i borghi e centri storici i piccoli comuni di spiccato interesse artistico e storico che rischiano nonostante il loro grande valore di essere dimenticati, l’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” promossa nel 2001 dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), si propone come scopo la salvaguardia di questi centri, dal degrado e abbandono.

Feste e sagre di Sicilia una guida alle sagre, feste popolari, e tradizioni popolari che si svolgono in Sicilia.
Nel corso dell'anno, si svolgono eventi feste religiose, sagre, manifestazioni, un momento di aggregazione per la gente.
Le feste e le sagre paesane rappresentano momenti di interesse, qui sono ragruppati i principali eventi folkloristici ed enogastronomici, ed il calendario delle manifestazioni in Sicilia

Torna ai contenuti