Strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie - Itinerari in Sicilia

Vai ai contenuti

Strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie

Strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie
Strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie

La strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie (SS 120) è una strada statale italiana che si trova in Sicilia e muove dalla strada statale 113 Settentrionale Sicula (sette chilometri a nord di Cerda) per giungere a Fiumefreddo di Sicilia: è una delle principali strade della regione e serve un'amplissima area dell'entroterra siciliano, compresa nelle province di Palermo, Enna, Messina e Catania.

È conosciuta anche come strada dei Quattro parchi visto che attraversa, o comunque lambisce, il parco delle Madonie, il parco dei Nebrodi, il parco fluviale dell'Alcantara ed il parco dell'Etna.
Un'altra denominazione in uso nel passato era strada Termini - Taormina, richiamando le due principali località vicine ai due capi del percorso.
Nel tratto della città metropolitana di Palermo, si snodava l'itinerario della Targa Florio.

Cerda si possono visitare le cantine vinicole, una visita al museo di Cerda della Targa Florio, maggiori informazioni presso la proloco.
Caltavuturo si possono visitare il museo Civico Guarnieri, numerose le chiese da visitare, maggiori informazioni alla proloco
Castellana Sicula
Petralia Sottana
Madonnuzza (Petralia Soprana Gangi
Sperlinga http://www.clicksicilia.com/borghidisicilia/borgo-sperlinga.html
Nicosia
Cerami
Troina
Randazzo http://www.clicksicilia.com/vinocantinesicilia/cantine-del-vino-a-randazzo.html
Monte La Guardia (Randazzo
Passopisciaro (Castiglione Di Sicilia http://www.clicksicilia.com/vinocantinesicilia/cantine-del-vino-a-castiglione-di-sicilia.html
Solicchiata (Castiglione Di Sicilia
Rovitello (Castiglione Di Sicilia
Catena (Linguaglossa http://www.clicksicilia.com/vinocantinesicilia/cantine-del-vino-a-linguaglossa.html
Linguaglossa
Piedimonte Etneo http://www.clicksicilia.com/vinocantinesicilia/cantine-del-vino-a-piedimonte-etneo.html
Fiumefreddo Di Sicilia
Strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie
Il percorso :


Città Metropolitana di Palermo
La strada inizia nei pressi della stazione di Cerda, era una tappa della più antica corsa automobilistica italiana su strada del mondo, la Targa Florio, che fu ideata e realizzata da Vincenzo Florio, a sette chilometri dal centro abitato di Cerda, collegandosi con la Settentrionale Sicula, attraversa Cerda, incrocia la SP 7, che serve i comuni di Aliminusa, Montemaggiore Belsito e Alia.
Proseguendo, incrocia la strada comunale che porta a Sclafani Bagni e passa per Caltavuturo.
Incrociata l'A19 Palermo-Catania mediante la strada statale 120 racc di Tre Monzelli, la strada prosegue lungo il versante meridionale della catena delle Madonie, attraversando gli abitati di Castellana Sicula e Petralia Sottana.
Incrocia poi la strada comunale che porta a Petralia Soprana, poi la strada statale 290 di Alimena e pochi chilometri dopo incrocia la strada statale 286 di Castelbuono, passando per Gangi.
Strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie
Il percorso :


Città metropolitana di Enna
Superata Gangi, la strada entra nel territorio ennese, attraversando i comuni di Sperlinga famosa per il suo castello, Nicosia (dove incrocia e condivide un breve tratto con la strada statale 117 Centrale Sicula), Cerami e Troina, dove incrocia la strada statale 575 di Troina, che da Troina va a Paternò.
Strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie
Il percorso :


Città metropolitana di Messina
La strada attraversa Cesarò, dove incrocia la strada statale 289 di Cesarò, continuando a lambire il versante meridionale della catena dei Nebrodi, si può visitare Palazzo Zito-Museo Laboratorio Della Conoscenza E Del Paesaggio Dei Nebrodi
Strada statale 120 dell'Etna e delle Madonie
Il percorso :


Città Metropolitana di Catania
Superata la provincia di Messina, la strada incontra la strada statale 284 Occidentale Etnea e gli abitati di Randazzo, dove incrocia la strada statale 116 Randazzo-Capo d'Orlando.
A questo punto, attraverso le frazioni di Passopisciaro e Rovittello prima di raggiungere Linguaglossa e Piedimonte Etneo, sulle pendici del versante settentrionale dell'Etna, per finire a Fiumefreddo di Sicilia, dove si unisce alla strada statale 114 Orientale Sicula.





I comuni della Sicilia sono 390, distribuiti nelle 9 province regionali. Tra mare, monti, architettura barocca, teatri antichi, borghi, miniere di zolfo vulcani attivi, qui vi raccontiamo le città ed i comuni della Sicilia.
Ogni comune ha una storia che affonda le radici in tempi lontani, con un patrimonio artistico, culturale e paesaggistico che è tra i più ricchi d'Italia.
La Pro Loco è un’associazione costituita da volontari i quali si attivano per la promozione e la valorizzazione del proprio territorio e del proprio comune.

Le Guide turistiche della Regione Sicilia, possono organizzare un programma su misura delle vostre esigenze compatibile con i vostri tempi.
Musei in Sicilia, sono presenti in tutte le città come nei piccoli paesi, i musei etnoantropologici, i musei in genere, ci permettono di viaggiare con la memoria per i più grandi e con la fantasia chi è meno grande, facendo notare a tutti che l'industrializzazione ha cancellato le diversità regionali e l'unico modo è quello di realizzare dei centri, che raccolgono frammenti di storia.

Isole di Sicilia, per isole di Sicilia si intende l'insieme degli arcipelaghi e delle isole minori che, insieme con l'isola di Sicilia, costituiscono il territorio della Regione Siciliana, nell'Italia insulare. Compresa l'isola di Sicilia, vi sono 19 isole abitate.
I principali gruppi di isole del grande arcipelago della Sicilia sono le Eolie, le Egadi e le Pelagie; le isole dello Stagnone.
Ustica e Pantelleria, nel mar Tirreno e nel canale di Sicilia, formano due distinti comuni delle province di Palermo e Trapani.

Unesco in Sicilia, alcuni siti hanno avuto il titolo di patrimonio dell'umanità dall'UNESCO per la loro importanza storica, artistica, archeologica e naturalistica, altri sono in fase di candidatura.

La Sicilia, tenuto conto delle sue condizioni climatiche, temperatura mite, terre collinose, leggera brezza di mare e sole acceso, manifesta quelle qualità che risultano essere ideali per la crescita della vite e la rendono l'isola del vino.

Numerose sono le Case vinicole che si sono poste ai vertici del mercato vinicolo nazionale tra le quali per citarne qualcuna, Florio, Vini Corvo, Pellegrino, Planeta, Firriato, Tasca d'Almerita, Cusumano e Fazio wines.

I parchi naturali regionali siciliani sono cinque in ordine di istituzione: il Parco dell'Etna (Catania), delle Madonie (Palermo), quello dei Nebrodi (Catania, Enna e Messina), il Parco Fluviale dell'Alcantara (Messina e Catania) ed il Parco dei Sicani (Agrigento e Palermo), offrono una  protezione per l' ecosistema, per la valorizzazione turistica, sportiva e didattica delle aree montane.

La Sicilia è una tra le regioni italiane più ricche dal punto di vista storico, artistico e architettonico, in queste pagine possiamo scoprire i borghi e centri storici i piccoli comuni di spiccato interesse artistico e storico che rischiano nonostante il loro grande valore di essere dimenticati, l’Associazione “I Borghi più belli d’Italia” promossa nel 2001 dall’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), si propone come scopo la salvaguardia di questi centri, dal degrado e abbandono.

Feste e sagre di Sicilia una guida alle sagre, feste popolari, e tradizioni popolari che si svolgono in Sicilia.
Nel corso dell'anno, si svolgono eventi feste religiose, sagre, manifestazioni, un momento di aggregazione per la gente.
Le feste e le sagre paesane rappresentano momenti di interesse, qui sono ragruppati i principali eventi folkloristici ed enogastronomici, ed il calendario delle manifestazioni in Sicilia

Torna ai contenuti