musei marsala, arte sacra opere d'arte, pinacoteca - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

Museo Archeologico Baglio Anselmi

Museo Archeologico Baglio Anselmi
Via Lungomare Boeo, 30
91025 Marsala
Telefono: +39 0923 952535

Il museo si trova sul lungomare Capo Boéo, all'interno dell'area archeologica di Lilibeo (l'antica Marsala), limitrofa all'attuale centro abitato. La sede museale, è il Baglio Anselmi
www.comune.marsala.tp.it


Musei in Sicilia

Area Archeologica Mozia  
www.rottadeifenici.movimentolento.it/it/resource/poi/area-archeologica-di-mothia-e-museo-g-whitaker/


Isola di S. Pantaleo

Museo Witaker Mozia

Il Museo G. Whitaker, situato nella Palazzina costruita da Giuseppe Whitaker sull’isola di Mozia come abitazione di campagna, accoglie reperti provenienti in massima parte dall’antica città fenicia di Mozia.
Oltre alla ormai storica Collezione Whitaker, esposta nell’Ala Whitaker, nelle medesime vetrine di legno dipinte di bianco dei primi del 1900, il Museo ospita una vasta selezione dei materiali provenienti degli scavi moderni effettuati in diversi punti dell’abitato di Mozia (1960-1993), collocati nei locali ricavati dalla ristrutturazione di ambienti di servizio della Palazzina stessa. I visitatori troveranno una sala dedicata interamente alla didattica: un plastico dell’isola di Mozia con l’indicazione delle zone archeologiche e numerosi pannelli illustrati riguardanti la storia dei Fenici e la loro civiltà.
Nella sala con il lucernario, il vecchio cortile di servizio della Palazzina Whitaker, è esposta la statua del “Giovane di Mozia”; alle spalle della statua due porte introducono alla nuova esposizione.



Musei in Sicilia
Museo degli arazzi Fiamminghi

Museo degli arazzi Fiamminghi
Via Giuseppe Garraffa
Marsala
Tel. 0923.711327
Aperto dalle 9.00 alle 13 e dalle 16.00 alle 18.00 -  Chiuso il lunedì
museodegliarazzimarsala@yahoo.it

Nel Museo sono custoditi otto magnifici arazzi fiamminghi, donati alla chiesa Madre nel 1589 da Mons. Antonio Lombardo che, probabilmente, li aveva ricevuti in dono dalla regina di Spagna.

Gli arazzi furono eseguiti con elegante intreccio di fili di lana e seta, finemente colorate, ad ordito verticale di lana, dall’arazziere di Bruxelles Cornelis Tons, attivo tra il 1550 e il 1575, su cartoni del pittore fiammingo Peter De Kempeneer che lavorò in Italia al seguito di Polidoro da Caravaggio.

All’interno di cornici ornate da fiori, frutta e figure allegoriche, raffigurano otto scene della guerra giudaico-romana per la conquista di Gerusalemme, combattuta da Vespasiano e dal figlio Tito, secondo quanto descritto  da Giuseppe Flavio nel De bello Judaico.

I quadri rappresentati, come detto, si rifanno alla Guerra Giudaica che scoppiò nel 66 d.C. con l’insurrezione della Giudea contro l’occupazione romana dell’Imperatore Nerone nella speranza che si accendesse nell’area un fuoco tale che i romani non potessero più estinguere. L’esercito romano fu affidato al grande Vespasiano che, insieme al figlio Tito, procedette contro i ribelli giudaici.

Le scene si prestano ad un'interpretazione di tipo allegorico secondo la quale gli episodi narrati si riferirebbero piuttosto alla lotta di religione condotta dai reali di Spagna Carlo V e Filippo II contro i protestanti dei Paesi Bassi, Fiamminghi e Germanici, lotta che affermò il trionfo della religione cattolica. Infatti, in molti casi, l'iconografia non rispetta la cultura ebraica e romana di quell'epoca e i costumi, i riferimenti, gli oggetti sono riconducibili piuttosto al periodo di realizzazione. Tale interpretazione non è comunque generalmente condivisa.

Musei in Sicilia
Informazioni e accoglienza turistica
Per ricevere maggiori informazioni turistiche per visitare il Comune guarda Città e Paesi di Sicilia, la sua storia i monumenti da visitare, riserve naturali e spiagge, visite guidate, orari di apertura, biglietti d'ingresso, numeri utili per il turista, strumenti per programmare una vacanza, cosa fare, dove mangiare, dove dormire. offerte di soggiorno e pacchetti di viaggio da parte di alberghi e operatori turistici locali.
Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Torna ai contenuti | Torna al menu