raccuia, turismo, guida turistica del Comune - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

raccuia, turismo, guida turistica del Comune

guida turistica Raccuja

il comune di Raccuja si sviluppa alle pendici di monte Castegnerazza, abbraccia, un variegato territorio, che dalla bassa collina 450 m s.l.m., sale sino ai rilievi nebroidei, per toccare quota 1395 m nella Serra di Baratta. Alla vista di chi perviene dagli alti monti, il paese sembra quasi "pendere" verso la fiumara, adagiato com'è secondo un asse longitudinale monte-fiume: per questo ha i connotati di un vero e proprio borgo,

il Patrimonio Architettonico

Il Patrimonio architettonico :

CHIESA Madre dedicata a Maria SS. del Gesu, a pianta basilicale presenta una pianta a tre navate, con numerose statue tra le quali alcune attribuite al Gagini, il portale si presenta con il portale a timpano spezzato e le finestre di forma ellittica, possiede una facciata interamente scolpita in conci di pietra arenaria scandita in lesene binate sormontate da capitelli compositi, due monumenti sepolcrali del Seicento si trovano nel presbiterio, l'uno in marmo bianco e piastre policrome, l'altro in granito sorretto da due leoni

Chiesa del Carmine
L'esterno è semplice, la facciata è abbellita da un portale in pietra arenaria, con sovrastante stemma dell'Ordine del Carmelo. All'interno, ad una navata, vi sono altari in marmo policromo del 1500 e due preziose statue lignee del Settecento: una Madonna nera del Tindari e il simulacro ligneo della Madonna del Carmelo, ricoperto di lamine d'oro.


CHIESA San Nicolo del Fico
È il più antico edificio della cittadina, risalente al periodo bizantino e ricostruito in epoca normanna grazie ad una munificenza del Conte Ruggero d'Altavilla. La chiesa, ad una navata, è all'interno impreziosita da un arco trionfale in arenaria abbellito con motivi floreali, e conserva una preziosissima tela raffigurante San Basilio Magno con la Vergine e il Bambino, attribuito a Giuseppe Tomasi

CHIESA di San Pietro
Ha un'origine medievale ed è stata costruita attorno l'antica torre araba, che funge ora da campanile. L'interno, diviso in due navate da un pregiato colonnato, conserva un prezioso altare ligneo del XVII secolo.

CHIESA dell'Annunziata
il Cinquecentesco convento dei Minori Osservanti di San Francesco di Paola, dedicato all’Annunziata. Del convento, chiuso anch’esso nel 1866, resta solo il vecchio pozzo, posto al centro del chiostro, mentre si conserva la preziosa chiesa: ad una navata, è dotata, all’esterno, di un elaborato e ben proporzionato portale barocco, con due colonne scanalate, poggianti su alti plinti e sormontate da capitelli corinzi: è ornato, inoltre, da una cimasa con piccole lesene anch’esse corinzie e da uno stemma araldico terminale. All’interno è tutta rivestita da conci di pietra arenaria e scandita da lesene corinzie a determinare i vari archi delle cappelle; il tutto si conclude nel grande arco trionfale, al di sopra dell’altare maggiore, ornato da nicchie e sculture floreali. Un crocifisso settecentesco orna l’altare maggiore.

CHIESA di San Sebastiano

CHIESA di San Giovanni e San Salvatore

Castello conosciuto anche come palazzo Branciforti, attualmente è utlizzato come biblioteca

Raccuia informazioni turistiche sul patrimonio architettonico
Informazioni e accoglienza turistica a Raccuia
  • Raccuia, informazioni turistiche, cosa vedere, siti di interesse, monumenti e molto altro nella pagina dedicata al Comune.
  • Pro Loco o ufficio di informazione turistica, la promozione turistica, culturale, ambientale e sociale del territorio.
  • Le Guide turistiche di Messina possono organizzare un programma su misura delle vostre esigenze compatibile con i vostri tempi.
  • Potreste anche rivolgervi ad un Accompagnatore turistico per fornirvi assistenza durante il viaggio fornendo informazioni sui luoghi di interesse turistico e sulle zone di transito.

comuni confinanti con alcara li fusi

Comuni confinanti
Floresta, Montalbano Elicona, San Piero Patti, Sant'Angelo di Brolo, Sinagra, Ucria

Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Per contatti: info@clicksicilia.com
Torna ai contenuti | Torna al menu