riserva naturale rossomanno grottascura bellia - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

riserva naturale rossomanno grottascura bellia

Riserva naturale orientata Rossomanno, Grottascura, Bellia

Ente Gestore:
Azienda Regionale Foreste Demaniali
Responsabile in loco: Ufficio Provinciale Azienda (UPA)
Enna

Tel 0935 565411
Distaccamento Forestale di Enna (S. Anna)
Tel 0935 535026

Informazioni turistiche:
AAST di Piazza Armerina
viale Muscarà Generale
Tel. 0935 680201

Carta Tecnica Regionale (scala 1:10000):
NN. 632090, 632130, 632140, 639010
Riferimento I.G.M. (Scala 1:25000):
I.G.M. - F. 268 II N.E.; 268 II S.E.

Comuni interessati : Enna
, Aidone e Piazza Armerina

Come raggiungerla

Dall’autostrada A19 Catania-Palermo uscire a Enna e proseguire per la S.S. 561 per Pergusa e, superato il lago, si segue la statale 117-bis. Da qui si prosegue a sinistra per Valguarnera e a destra per Piazza Armerina. Da Valguarnera si può imboccare la S.P. 4 in direzione Morgantina-Aidone: a destra, dopo qualche chilometro, si può scorgere il monte Rossomanno.
Da Piazza Armerina, invece, si percorre la S.S. 288 per Aidone-Morgantina. Giunti al bivio per Valguarnera, si prende, a sinistra, la S.P. 4 che costeggia la Riserva.

www.riserveenna.it

La riserva è collocata tra il Lago di Pergusa, il monte Rossomanno, e le aree archeologiche di cozzo Matrice e montagna di Marzo.

La Riserva protegge una vasta area di rimboschimento forestale e rappresenta uno dei polmoni verdi nella zona. È formata da una serie di alture che comprendono una vasta area del territorio Ereo.
L’aspetto probabilmente più importante di questa zona è quello della grande stratificazione storica degli insediamenti umani nell’area, infatti vi compaiono i resti di un abitato che nel medioevo, e sino al momento della sua cruenta distruzione e del suo quasi totale abbandono, veniva chiamato Rossomanno o Rossimanno. I resti, visibili nella zona sommitale, appartengono a un periodo compreso tra l’VIII secolo a.C. ed il XIV secolo, momento in cui avvenne la distruzione del paese. Il bosco, dominato dal pino domestico, fortemente antropizzato, fu poi implementato a partire dagli anni Cinquanta con piantagioni ad eucalipto e costituisce il maggior demanio forestale del centro della Sicilia. In quest’area si possono trovare anche querce, lecci, sorbi, castagni e peri selvatici.
Curiosità La natura sabbiosa dell’ambiente lo rende spettacolare nella sua pecularietà, generata dalla facile erosione esercitata dagli agenti atmosferici e dai piccoli corsi fluviali. In quest’area, si possono ammirare le incredibili forme delle “Pietre incantate” o “Pupi ballerini” (nella foto), una sorta di cerchio magico che la fantasia popolare ha voluto attribuire ad un sortilegio che pietrificò una danza sabbatica, ma che in realtà sono il frutto della geologia del luogo.

Percorso 1: Contrada Bellia via case Arena
Percorso 2: Pulpi Ballerini o Pietre Incantate
Percorso 3: La visita all’area archeologica di Rossomanno

Informazioni associazioni outdoor ed accoglienza turistica
Per ricevere maggiori informazioni turistiche sul comune guarda Città e Paesi di Sicilia la sua storia i monumenti da visitare, riserve naturali e spiagge, visite guidate, orari di apertura, biglietti d'ingresso, numeri utili per il turista, strumenti per programmare una vacanza, cosa fare, dove mangiare, dove dormire. offerte di soggiorno e pacchetti di viaggio da parte di alberghi e operatori turistici locali.
Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Per contatti: info@clicksicilia.com
Torna ai contenuti | Torna al menu