San Cataldo turismo, guida turistica del Comune - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

San Cataldo turismo, guida turistica del Comune

Guida turistica San Cataldo

San Cataldo è posto a 625 metri s.l.m

Il Patrimonio architettonico

La Chiesa Madre intitolata precedentemente alla Natività di Maria, fu iniziata dal barone Vincenzo Galletti di Fiumesalato e marchese di San Cataldo.
La bolla vescovile agrigentina riporta la data del 18 agosto del 1632. Possiede il titolo di arcipretura, per cui i parroci che la reggono assumono il titolo di arciprete. Nel 1695, a causa di un crollo del transetto destro, che interessò la cappella di San Cataldo e del Crocifisso, la Chiesa si ricostruì ex novo così come oggi appare.

Le due Torri che il re Filippo III, nel decretare la fondazione del paese, concesse al Barone di Fiumesalato il diritto di costruire una torre per la difesa: "Concedimus... Turrim... Construere". È sorta nella parte alta della città, detta "Monte Taborre", in modo da dominare l'intero abitato. Nel 1780, si provvide ad istallarvi un orologio con quattro quadranti di marmo e provvisto di suoneria, battente le ore su due campane squillanti. Nel 1959, a causa delle precarie condizioni, fu abbattuta per decisione del sindaco.

Santuario Madonna della Mercede
Il  Santuario Madonna della Mercede di San Cataldo era in origine nei pressi di Via San Nicola.  Con il tempo andò in rovina e venne ricostruita dove si trova oggi e annessa al convento.
La chiesa è anche conosciuta come ‘ il Convento’ in dedicazione alla Madonna della Mercede così chiamata perchè  San Pietro Nolasco diede i suoi frati in redenzione, cioè in ‘mercede’, in cambio della loro redenzione alla Madonna.
All’interno del santuario si trova una suggestiva statua della Vergine in legno opera del Bagnasco nonchè una serie di sei quadri antichi di autore sconosciuto.


San Cataldo informazioni turistiche sul patrimonio architettonico
Informazioni e accoglienza turistica a San Cataldo
Per ricevere maggiori informazioni turistiche per visitare il Comune la sua storia i monumenti da visitare, riserve naturali e spiagge, visite guidate, orari di apertura, biglietti d'ingresso, numeri utili per il turista, strumenti per programmare una vacanza, cosa fare, dove mangiare, dove dormire. offerte di soggiorno e pacchetti di viaggio da parte di alberghi e operatori turistici locali.

Comuni confinanti
Caltanissetta, Mussomeli, Serradifalco,

Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Torna ai contenuti | Torna al menu