santa maria di licodia guida turistica - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

santa maria di licodia guida turistica

Guida turistica Santa Maria di Licodia

Santa Maria di Licodia sorge a m. 442 s.l.m., sul versante sud occidentale dell’Etna.

Con l’occupazione Normanna della Sicilia, inizia il processo di ri-cristianizzazione dell’isola, che venne affidato agli Ordini Religiosi, quali i Benedettini, con la fondazione di vari monasteri e abbazie disseminati nel territorio. Presso la chiesa esistente a Licodia, il Conte Simone di Policastro, Signore di Paternò, volle fondare un monastero benedettino.

Una chiesa dedicata alla Madre di Dio, esisteva sin dall’epoca dell’occupazione saracena della Sicilia., nella contrada denominata Licodia.

Fa parte de venti comuni del Parco dell' Etna

La Chiesa del Santissimo Crocifisso, conosciuta anche come Chiesa di San Giuseppe, è la chiesa madre di Santa Maria di Licodia, www.vivasangiuseppe.it , la processione più caratteristica rimane quella del lunedì sera. Finita messa, tutto è già pronto per la seconda uscita del fercolo, il Santo ridiscende dall’altare, la vara esce per la seconda volta, le bombe segnalano l’evento, la vara è tirata mediante il cordone da bambini, giovani, adulti,e anziani, tutti uniti nel nome di Giuseppe. Momento particolare della processione e la corsa nella ripidissima “cchianata de Caseddi”

Chiesa Madre SS. Crocifisso
La chiesa Madre di Santa Maria di Licodia è diretta erede dell'antica abbazia benedettina e di conseguenza è custode di gran parte del patrimonio artistico accumulato dall'istituzione monastica.
Tra le opere più significative in essa contenute, ricordiamo le statue lignee di Santa Gertrude la Grande, San Benedetto Abate e San Giuseppe, un crocifisso ligneo policromo tardo-medioevale di scuola siciliana, una statua lignea di San Luigi, e opere pittoriche di M. Desiderato e G. Rapisarda. Nel 1974 è stata trafugata la statua lignea medievale di Santa Maria di Licodia.

Chiesa di Santa Maria del Carmine
Locata nella via omonima, la chiesa fu edificata nel 1929 per devozione alla Madonna

Il suo nome ha origine dall'omonimo monastero benedettino del XII secolo.

La torre, il monumento più significativo della città, oggi simbolo civico, costruita dai normanni su più antiche fondamenta arabe è inserita nel corpo del monastero benedettino.

Chiesa del Santissimo Crocifisso, conosciuta anche come Chiesa di San Giuseppe, è la chiesa madre di Santa Maria di Licodia, I due battenti della Chiesa, la Porta Santa Maria e la Porta del Sole, sono una moderna opera di G. Girbino, e rappresentano i Santi Benedettini e Storie del Nuovo Testamento. Una grande statua lapidea del Cristo Re, inserita il 5 settembre 1932, è posta al centro del primo ordine. www.vivasangiuseppe.it


Chiesa delle Anime del Purgatorio
Sita sulla strada statale 121 Licodia-Biancavilla, a un Km dal centro abitato. La chiesa, dedicata a San Giuseppe e alle Anime del Purgatorio venne eretta nel 1882, per devozione della signora Rosaria Scaccianoce intesa "a Giurdana", in ricordo di una miracolosa apparizione delle Anime Sante

Chiesa della Madonna della Consolazione
Sita nel viale delle Rimembranze, la chiesa fu eretta nel 1857, avente funzione di cappella cimiteriale.

Chiesa di Piano Ammalati
In Contrada Schettino, esiste il luogo di culto più antico della zona. La chiesetta di Santa Maria, ha origini alto medioevali, e secondo la tradizione locale, sarebbe la prima chiesa edificata a Licodia, in seguito ad un miracolo operato dalla Madonna a favore di un pastorello. La pianta della chiesa, orientata da ovest verso est, si sviluppa in senso longitudinale ed è delimitata dall'abside. Interamente costruita in pietra lavica,

Chiesa dell’Immacolata
La Chiesa di Maria Santissima Immacolata, in contrada Cavaliere, fu costruita come cappella privata nel 1932, dal sacerdote Francesco Rapisarda, sul terreno donato dalla sorella Santa


La leggenda della Petra Pirciata. Si narra che in un'epoca molto remota, la Sicilia era abitata da giganti monoculari chiamati ciclopi. Tra questi, tre erano rinomati per forza e possanza. I loro nomi erano, Polifemo, Bronte e Carlapone. Quest'ultimo viveva nella zona di Licodia. Un giorno fra i tre sorse un diverbio, rigurdante la spartizione di un bottino, che finì in una lite. Il gigante Carlapone, per dimostrare la sua forza, e il suo diritto ad avere una parte maggiore rispetto ai due, poggiò l'indice della sua mano su una roccia, e facendo una leggera pressione, penetrò il dito all'interno della stessa creando un buco. Vista tale dimostrazione, i due pretendenti indietreggiarono, cedendo alle sue richieste.




Festa Patronale
Trionfale uscita del Patriarca San Giuseppe. Ultima domenica di agosto.I solenni festeggiamenti, che la città di Santa Maria di Licodia tributa in onore al Patrono San Giuseppe, vengono ininterrottamente celebrati l’ultimo sabato domenica e lunedì del mese di agosto, dal lontano 1876

Il Santo Patrono San Giuseppe è ricordato in maniera solenne anche il 19 marzo, nella sua festa liturgica. Per l’occasione si svolge in Chiesa Madre la Settina in onore al Santo. Tradizionale il pranzo dei Virgineddi, offerto ai bambini in onore al Patriarca. Il 19 marzo si svolge una breve processione con il simulacro, portato a spalla sulla piazza.

Madonna del Carmelo
La Compatrona, viene solennemente festeggiata il 16 e 17 luglio. La festa è anticipata dalla solenne quindicina che si tiene nella Chiesa del Carmine. Nei giorni della festa si svolgono le solenni processioni della Madonna sul fercolo, per le vie del paese. Immancabili i fuochi d’artificio e gli spettacoli musicali.



Santa Maria di Licodia informazioni turistiche sul patrimonio architettonico
Informazioni e accoglienza turistica a Santa Maria di Licodia
Per ricevere maggiori informazioni turistiche per visitare il Comune la sua storia i monumenti da visitare, riserve naturali e spiagge, visite guidate, orari di apertura, biglietti d'ingresso, numeri utili per il turista, strumenti per programmare una vacanza, cosa fare, dove mangiare, dove dormire. offerte di soggiorno e pacchetti di viaggio da parte di alberghi e operatori turistici locali.


Trovare e scegliere dove dormire, il vostro alloggio
Trovare e scegliere dove dormire, il vostro alloggio, l'albergo preferito

Se state pianificando una vacanza e dobbiamo scegliere dove dormire, la scelta dipende dalle vostre preferenze e necessità, per aiutarvi a decidere dove alloggiare durante la vacanza, qui potete consultare tutti i recapiti delle attività ricettive presenti nel Comune, quali Alberghi, Bed & Breakfast, Agriturismo e altro ancora quali Case vacanza, Villaggi e Camping.

Visitate www.incomingsicilia.it per tutte le tipologie di alloggio.





Comuni confinanti
Biancavilla, Paternò, Ragalna

Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Per contatti: info@clicksicilia.com
Torna ai contenuti | Torna al menu