Serradifalco turismo, guida turistica del Comune - ClickSicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

Guida turistica Serradifalco

Serradifalco è un centro agricolo e minerario della regione collinare tra il fiume Platani e il fiume Salso alle falde nordoccidentali della Serra Cusatino 643 m

Il Patrimonio architettonico

Chiesa Madre
La più importante, nonché la più grande, è la Madrice, sorge nell’omonima piazza i cui lavori di edificazione cominciarono  intorno al 1740 e furono completati solo circa 100 anni dopo.
La facciata presenta un prospetto a due ordini sormontato da loggette campanarie arretrate. La chiesa è a tre navate e al suo interno si  trovano pregevoli opere.

Chiesa Madonna del Carmelo
La piccola Chiesa del Carmelo, conosciuta anche con il nome di Purgatorio, venne eretta nel 1700. Intorno a quegli anni nascono anche le prime confraternite attorno alla chiesa: da ricordare, la Confraternita del Trentatré. All’interno della chiesa vi è la statua lignea di Sant’Antonio Abate; nelle cappelle laterali le statue di San Gaetano e di Sant’Antonio di Padova. Il quadro delle Anime Sante del Purgatorio fa da sfondo all’altare maggiore.

Chiesa di San Francesco
Nell’omonima piazza sorge la Chiesa di San Francesco di Paola per volere di Maria Ventimiglia nel 1640. La chiesetta, che fungeva originariamente da Madrice, sorgeva su un cozzo. Essa fu eretta con semplicità da Donna Maria Ventimiglia che mise sotto protezione di San Francesco di Paola il nipote Francesco Graffeo

Santuario Madonna Addolorata
Il  Santuario Madonna Addolorata di Serradifalco è anche conosciuto come Chiesa Del Collegio Di Maria. L’edificio è annesso ad un collegio, il santuario nasce su un corpo di case donate dall’arciprete don Francesco Lio.
All’interno si presenta come una chiesa a singola navata consacrata a Maria dei Sette Dolori. Nel corso del tempo Maria Addolorata divenne compatrona di Serradifalco e protettrice dei minatori.
All’esterno la chiesa presenta un suggestivo portale progettato da Leopoldo Messina, sul portale troviamo un bel bassorilivo della Madonna Addolorata con due angeli sui lati.
Il campanile si presenta a vela con tre archi. Nella copertura a botte del santuario e sulle pareti troviamo pitture sempre dell’artista palermitano Leopoldo Messina.
La statua della Madonna Addolorata domina invece sull’altare maggiore dove la troviamo trafitta da un pugnale. Sulle cappelle laterali troviamo le statue di  San Pasquale Baylon, Santa Rita, Santa Agnese e la Sacra Famiglia.

Il Lago Soprano
Il lago Soprano, detto anche "Cuba" per le affinità di scenari con i paesaggi caraibici, è una cavità superficiale caratteristica dei terreni carsici prodotta dall’azione delle acque sul calcare. Esso è sito a poca distanza dall’abitato di Serradifalco in una naturale depressione riempita da acque provenienti dalle sorgenti e dalle piogge. Questo lago faceva parte di un’insieme di zone umide costituite da un lago Soprano posto a nordest di Serradifalco, un lago Medio e un lago Sottano. L’odierno lago Soprano corrisponde all’antico lago Medio.



Serradifalco informazioni turistiche sul patrimonio architettonico
Informazioni e accoglienza turistica a Serradifalco

Trovare e scegliere dove dormire, il vostro alloggio
Trovare e scegliere dove dormire, il vostro alloggio, l'albergo preferito

Se state pianificando una vacanza e dobbiamo scegliere dove dormire, la scelta dipende dalle vostre preferenze e necessità, per aiutarvi a decidere dove alloggiare durante la vacanza, qui potete consultare tutti i recapiti delle attività ricettive presenti nel Comune, quali Alberghi, Bed & Breakfast, Agriturismo e altro ancora quali Case vacanza, Villaggi e Camping.

Visitate www.incomingsicilia.it per tutte le tipologie di alloggio.





Comuni confinanti
Caltanissetta, Canicattì (AG), Montedoro, Mussomeli, San Cataldo

Per comunicazioni o collaborazioni, il tempo che potete dedicare da parte vostra ad aiutarci a titolo gratuiito, per meglio potere sviluppare le pagine del sito, potreste farlo inviando il vostro materiale.
Ogni Vostra opera inviata, ci autorizza automaticamente e tacitamente alla sua eventuale pubblicazione gratuita per tutte le volte che il nostro circuito lo riterrà opportuno. Resta inteso che la proprietà del materiale è comunque degli autori che ci autorizzano.
Torna ai contenuti | Torna al menu