strada del vino monreale, il turismo del vino - Sicilia Informazioni Turistiche

Vai ai contenuti

Menu principale:

strada del vino monreale, il turismo del vino

La strada del vino Monreale

La Strada del Vino Monreale Doc, si estende lungo un circuito che entra nel comune di Monreale, comprende in parte il comprensorio di Piana degli Albanesi e coinvolge per intero i comuni di Camporeale, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Santa Cristina Gela, Corleone e Roccamena.

I vini della Doc Monreale, nascono in un’area a vigneto di circa 12mila ettari in cui sono coltivate uve pregiate bianche e nere, autoctone e internazionali. I vitigni ammessi alla produzione dal disciplinare sono 12; il vino prodotto è bianco, rosso e rosato, ma i bianchi possono anche essere proposti come superiore e vendemmia tardiva, mentre ai rossi può essere attribuita l’indicazione di riserva. La Strada del Vino Monreale Doc vuole dare impulso anche al territorio circostante, sviluppando il turismo enogastronomico, con la valorizzazione delle tipicità.

La storia, i monumenti, i paesaggi, la natura, i borghi, gli antichi casali, le tradizioni, l’artigianato ed i prodotti tipici sono tessere di un mosaico che lasceranno ai visitatori attenti un ricordo indelebile della Città di Monreale”. Parole che sottendono l’impegno dell’Ente locale ad intervenire con atti concreti per sostenere i prodotti di nicchia del territorio.

Strada del vino Monreale, il turismo del vino

Piana degli Albanesi è un comune italiano della provincia di Palermo in Sicilia.

Denominata fino al 1941 Piana dei Greci per il rito bizantino-greco professato, è tra le più note e popolose comunità storiche arbëreshë, ed è il centro più importante delle colonie greco-albanesi di Sicilia e sede vescovile dell'Eparchia bizantina, la cui giurisdizione si estende su tutte le chiese insulari di rito orientale.

Situata su un altopiano montuoso, che si specchia su un ampio lago omonimo, e sul versante orientale dell'imponente monte Pizzuta, dista dal capoluogo di provincia 24 km. Nel corso dei secoli è stata annoverata tra i maggiori centri attivi albanesi d'Italia, preservando e tutelando i caratteri tipici del patrimonio culturale orientale. Oltre a essere il fulcro socio-culturale, religioso e politico delle comunità, ha mantenuto pressoché intatte nel tempo le proprie peculiarità etniche, linguistiche, culturali e religiose d'origine. L'amministrazione comunale utilizza nei documenti ufficiali anche l'albanese, ai sensi della vigente legislazione che tutela le minoranze etniche e linguistiche.

Posta a un'altitudine di 740 m s.l.m., Piana degli Albanesi è adagiata su un altopiano montuoso, che termina in una conca su cui poggia il bacino del lago piana degli albanesi. Il territorio è delimitato per lo più da confini naturali e si estende in direzione sud-est. Contornata da quattro imponenti montagne (Pizzuta, Kumeta, Maganoce, Xëravulli), da altri siti naturalistici (Neviere, Grotta del Garrone, Honi), e cinta dal verde dalla riserva naturale orientata Serre della Pizzuta.

Le aziende strada del vino Monreale doc divise per comune

Le aziende vinicole nel Comune di 
, informazioni turistiche, cosa vedere, siti di interesse, monumenti e molto altro nella pagina dedicata al Comune.
Torna ai contenuti | Torna al menu