La traversata dello stretto di Messina a nuoto

Vai ai contenuti

La traversata dello stretto di Messina a nuoto

Il Blog Clicksicilia perchè la Sicilia sia divertimento e relax
Pubblicato in Sport e motori · 8 Aprile 2022
Tags: traversatadellostrettoMessinaanuotoCapoPeloroCannitelloanuoto

La traversata dello stretto di Messina a nuoto, come unire due sponde

Esiste una manifestazione sportiva, un circuito degli amanti del nuoto in acque libere, in cui tutti possono tuffarsi sia lago, sia esso mare.
Esistono anche nuotate in acque libere più impegnative del mondo, gli Oceans Seven, chi ha attraversato l'oceano a nuoto l'Oceano Atlantico, compiuta per la prima volta al mondo, partendo il 16 dicembre 1994 da Capo Verde e percorrendo 3.735 chilometri fino all'isola Barbados in America. Delage arrivò il 9 febbraio 1995, nuotando da 6 a 8 ore al giorno per 55 giorni.
Oggi vi parliamo d’una nuotata di 3,2 km tra Capo Peloro in Sicilia e Cannitello sulla costa calabra.
Il tratto di mare più breve tra Sicilia e Calabria, lo Stretto di Messina.
Proprio dove dimorano Scilla e Cariddi, il mostro Cariddi colei che risucchia, che si forma davanti alla spiaggia del Faro e l'altro mostro Scilla colei che dilania, di certo ne parlò Omero:
Odissea, XII:
L'altro scoglio, più basso tu lo vedrai, Odisseo, / vicini uno all'altro, / dall'uno potresti colpir l'altro di freccia. / Su questo c'è un fico grande, ricco di foglie; / e sotto Cariddi gloriosamente l'acqua livida assorbe. / Tre volte al giorno la vomita e tre la riassorbe / paurosamente. Ah, che tu non sia là quando riassorbe.
Odissea, XII
Scilla ivi alberga, che moleste grida / Di mandar non ristà. La costei voce / Altro non par che un guaiolar perenne / Di lattante cagnuol: ma Scilla è atroce / Mostro, e sino a un dio, che a lei si fesse, / Non mirerebbe in lei senza ribrezzo, / Dodici ha piedi, anteriori tutti, / Sei lunghissimi colli e su ciascuno / Spaventosa una testa, e nelle bocche / Di spessi denti un triplicato giro, / E la morte più amara di ogni dente.
Per questo motivo, nell'antichità, i naviganti stavano attenti  e lontani da questi luoghi, figuriamoci attraversare a nuoto lo stretto, solo Ulisse spinto dalla curiosità del canto ammaliatore portatore di morte, turò le orecchie dei suoi compagni con dei tappi di cera e da questi si fece legare all'albero della sua nave per ascoltare il cantodelle sirene presenti in questo mare.
Ideata da Giovanni Fiannacca, recordman dello Stretto, per anni ha detenuto il tempo migliore per la traversata: 30 minuti e 50 secondi.
Se vi va di saperne di più avete la possibilità di conoscere una traversata, un pezzo di storia siciliana che va dai primi anni del 900 ad oggi.
Tra record, protagonisti di avventure in mare, quello che conta per chi è protagonista è lo spirito con la quale si affronta, chi vi attende dall’altra parte sarà una folla di appassionati, di amici, poca attrezzatura e molta volontà.
Con la prima bracciata inizia il viaggio la vostra emozione la catturerete all’arrivo.
Un'altra traversata è la Vulcano - Capo Milazzo, o Vulcano - Capo d’Orlando
Se vi va di saperne di più:





Non sono presenti ancora recensioni.
0
0
0
0
0

Cose da fare e vedere in Sicilia

Se state pensando dove andare cosa fare in viaggio siete nel posto giusto.
Non è un agenzia turistica o una testata giornalistica, viene aggiornato senza alcuna periodicità, è un sito amatoriale
Torna ai contenuti